Era l’8 maggio del 1983, sono passati 32 anni da quel giorno memorabile. La Roma pareggiava a Genova ed era Campione d’Italia. Io avevo 29 anni e nel mio quartiere, Tor Pignattara, ero considerato un po’ la punta di diamante del tifo romanista. Vivevo la mia Roma con passione, in ogni momento della giornata, il mio pensiero in quell’anno ogni mattina era…. “quando finirà sto campionato che dovemo da fa saltà Roma ? “ Il giorno prima di quella partita mi venne un’idea bislacca in testa, condividere con tanti amici la radiocronaca di quell’incontro, ma come fare ? E li nacque l’idea geniale, mi feci imprestare due altoparlanti, quelli da comizi dell’epoca, un amplificatore, un microfono. Installai tutto sulla mia macchina in modo che potevo amplificare la radiocronaca della radio attraverso gli altoparlanti. Passai parola per il quartiere e diedi appuntamento a tutti gli amici nel piazzale dove si trova il “ cannone”, monumento storico de Torpigna. La mattina monto tutto e controllo che tutto funzionasse e aspettai l’orario fatidico. Circa un’ora prima della partita mi affacciai sul piazzale e non vedevo praticamente nessuno e pensavo… “ mamma mia che buca che ho preso “

La partita stava per iniziare mancava ormai pochissimo, tirai fuori dal garage la mia macchina e quando terminai la salita rimasi di sasso, il piazzale era stracolmo di amici, centinaia di bandiere, sciarpe, tutta Torpigna giallorossa era confluita li. Bloccammo praticamente il traffico sulla Casilina, la gente era veramente tanta. Abbracciati sentimmo quella radiocronaca e al fischio finale un boato si levò in cielo…la Roma era Campione d’ Italia.

Iniziammo i festeggiamenti, bloccammo ancora di più il traffico sulla Casilina all’incrocio con Via Tor Pignattara e Via Acqua Bullicante, non poteva passare più nessuno, ma era la festa di Roma, la festa di questa città e di questi colori, nessuno si lamentò, anche perché credo non gli sarebbe convenuto.

Fu una giornata epica e ancora oggi porto nel cuore quei tanti amici, quei grandi tifosi, quei vecchi tifosi che da bambino mi fecero innamorare di questi colori. Molti di loro non ci sono più e allora proprio a Loro va questo mio ricordo accompagnato da un bacio al cielo. Grazie ragazzi e Forza Roma… al prossimo appuntamento con la Storia.

Edoardo (alias fedegiallorossaradioweb)

piazza del cannone-3