Le parole del centrocampista giallorosso al termine di Juventus-Roma.

NAINGGOLAN IN ZONA MISTA

Cosa manca alla Roma?
Poi c’è sempre il fattore campo, queste partite vanno così. Noi dovevamo fare un’altra partita, abbiamo sbagliato approccio, dovevamo pressarli alti e poi quando esci 2-3 volte stai più attento alle imbucate dietro. E’ stata una partita sofferta, ma le occasioni le abbiamo avute.

Avete preso in serie due gol uguali su calcio piazzato con un blocco.
Si hanno fatto tre tiri per fare il gol. Sono episodi, è stata anche la loro cattiveria. Sono cose che vanno migliorate, è un momento in cui sfruttiamo poco quello che abbiamo. Ci gira al contrario magari di come ci è girato in passato.

Quanto ha influito il ko col Torino?
Per niente. Siamo venuti qui per fare la nostra partita, la Juve è una grande squadra. In questa annata l’unica che ha avuto questa occasione è stata la Roma. Al di là del risultato, è un colpa nostra non aver sfruttato le occasioni. Pazienza, fa parte del gioco, se non si segna è difficile fare risultato.

NAINGGOLAN A PREMIUM

Di Francesco ha detto che avete sbagliato l’approccio e avete sprecato le occasioni.
La Juve è forte, dovevamo pressare alti. Abbiamo sofferto sulle loro uscite. Abbiamo avuto diverse occasioni, era difficile pensare anche ad un pareggio.

Schick come stava dopo l’errore?
Stava giù. Lui è un giocatore importante, è un momento difficile che capita. Speriamo che in futuro possa aiutarci a vincere.

Un po’ di tensione nel finale con Landucci.
Volevo stringergli la mano perché siamo stati insieme a Cagliari e mi ha mandato a quel paese. Non c’è stato rispetto reciproco evidentemente.

Pensate di poter lottare ancora per lo scudetto?
Parlare di scudetto è sempre stato un errore. Io penso che dobbiamo concentrarci partita dopo partita. Abbiamo una partita in meno, perdere qua non è un dramma. Dobbiamo solo evitare i passi falsi in futuro e mantenere questo gap. Stiamo facendo un percorso importante e dobbiamo lavorare per cercare di arrivare più in alto possibile.

NAINGGOLAN A SKY

E’ un altro sistema, quest’anno ho avuto occasioni per fare molti più gol ma ho preso un paio di pali. Oggi giocavamo contro una grande squadra, ci hanno aggredito alti e noi dovevamo fare lo stesso, poi stai un po’ attento a non prendere imbucate. Nella ripresa meglio, ma venire qui e avere certe occasioni se non fai gol diventa dura.

Pjanic troppo libero.
Quando la palla stava al lato opposto dovevo pressare ma c’era sempre Matuidi dietro e pensi, facciamoli giocare senza prendere l’imbucata dietro. E’ più pericolosa una palla dietro le spalle. Quando sono sulla trequarti e ricevo palla è la posizione migliore per fare male. Il pressing generale non l’abbiamo fatto bene come nelle altre partite, ma eravamo contro una grande squadra.

Vi manca un po’ di convinzione per vincere qui.
Se avessimo pareggiato sull’occasione di El Shaarawy staremmo parlando di un’altra partita, sono gli episodi che fanno la differenza. La Juve ha fatto una grande partita, noi abbiamo fatto meno rispetto a quello che potevamo fare. Capita venire qui e devi fare un certo tipo di partite. Le occasioni le abbiamo avute e c’è rammarico per quello.

Avete giocato poco sugli esterni.
Abbiamo spinto meno, loro in casa rischiano anche di lasciare giocatori alti larghi e c’è questa preoccupazione. Io avevo la sensazione di arrivare tardi e diventa difficile, stai sempre col culo in mezzo a due giocatori. Poi devi sempre rincorrere e quando arrivi una volta in ritardo ci arrivi anche le altre volte.

NAINGGOLAN ALLA RAI

Quanta amarezza c’è per l’ultima occasione?
Abbiamo sbagliato approccio, ma al di là dell’andamento della partita un gol lo meritavamo. Abbiamo giocato contro una grande squadra, abbiamo sofferto ma avuto le palle gol per pareggiarla. Se fosse girata diversa potevamo andar via con un pareggio.

Di Francesco ha detto che manca qualcosa. Come sta Schick? Era contrariato?
Sono episodi, è un attaccante e vive per il gol. Siamo delusi tutti per quell’occasione, figuriamoci lui che torna dall’infortunio. Lo aspettiamo, ci può dare una mano. Speriamo che la prossima volta faccia gol. Le occasioni le abbiamo avute anche in altre occasioni e lui non c’era. Qui in pochi hanno queste palle gol.

Eravate voi intimiditi o loro aggressivi? Dopo il gol avete giocato un’ottima partita.
Volevamo fare una partita diversa, ma siamo arrivati spesso in ritardo. Loro lanciavano sempre su Mandzukic e dovevamo sempre cercare la seconda palla. Eravamo in ritardo, e poi pensavamo a non prendere l’imbucata. Loro giravano palla ancora più semplice, sono una grande squadra. Alla fine se fosse uscito un pareggio non succedeva niente.

Qualche fischio a lei…
È una bella storia, mi piace. Ci sta, il gioco del calcio è fatto anche di questo. Quando i tifosi fischiano forse soffrono qualcosa, io non ne soffro.

Dovete crescere per giocarvela alla pari?
In casa da noi magari abbiamo più spinta, oggi volevamo fare una partita diversa. Abbiamo concesso poco, anche se hanno avuto occasioni in contropiede.

Avete avuto dei momenti nei quali eravate rallentati, in altri siete andati all’attacco. Questi momenti di rallenamento sono dati dalla paura di subire il secondo gol o dal fatto che non trovavate spazi?
La Juve difende bene, nel secondo tempo abbiamo fatto la partita e hanno giocato più chiusi. Abbiamo sbagliato qualcosina, il calcio è uno sport nel quale se non sbagli la squadra non segna: potevamo farlo anche noi, il rammarico sono i gol sbagliati nel primo e nel secondo tempo.

Ogni quanto vai dal parrucchiere a sistemare la cresta?
Ogni settimana.

NAINGGOLAN A ROMA TV

Manca il risultato importante.
Penso che oggi non abbiamo fatto la miglior prestazione. L’abbiamo preparata bene ma la Juve è una squadra forte. Potevamo fare un paio di gol, ma se non segni diventa difficile.

Roma più propositiva allo Stadium rispetto all’anno scorso.
C’è stato un miglioramento sotto qualche aspetto. Stiamo sbagliando tanto sotto porta, l’anno scorso segnavamo con più facilità. E’ mancata la cattiveria sotto porta, loro anche non hanno creato molto ma hanno trovato il gol.

Come risolvere il problema del gol?
Penso che se vedi il gol della Juventus vedi la cattiveria, si sarebbero spaccati la testa per fare gol. Le occasioni ci sono state, vedi El Shaarawy che scivola prima di tirare bene ma poi tira comunque. Le occasioni le creiamo, ma se poi non segnamo diventa difficile.

Fonte: ForzaRoma.info