L’AS Roma non c’entra con i nove arresti da parte dei Carabinieri nell’ambito dell’operazione “Rinascimento”.

La Procura ha fornito maggiori elementi sulle indagini, nell’incontro delle 12:00 tra il Procuratore Paolo Ielo e la stampa, che hanno portato stamattina a 9 arresti e 16 indagati.

La società As Roma non c’entra nulla“, ha ribadito con forza il Procuratore prima di soffermarsi sui reati contestati agli arrestati che sono per: associazione a delinquere per il gruppo Parnasi, corruzione e finanziamento indebito.

Di seguito i reati contestati ai principali indagati:

Civita:  L’assessore alle politiche del territorio, mobilità e rifiuti della Regione avrebbe ottenuto l’assunzione del figlio in una società del gruppo Parnasi

Palozzi: Il coordinatore di Forza Italia avrebbe ottenuto 25 mila euro coperti da fatture per operazioni inesistenti

Lanzalone: Il presidente di Acea,  già ex consulente per il comune per il progetto stadio, avrebbe ottenuto in termini di promessa almeno 100 mila euro.

Leoni: Avrebbe ottenuto 1500 euro per operazioni inesistenti

Ferrara: Il capogruppo del Movimento 5 stelle è indagato e avrebbe concesso la produzione di un progetto di restyling sul lungomare di Ostia.

Il Procuratore inoltre ha parlato di un sistema corruttivo a nastro e sistematico che ha provato ad estendersi oltre il territorio del Lazio.

 ***

Ha parlato anche il presidente Pallotta che ha detto la sua sulla questione ed ecco le sue parole.

“Ho trascorso una bella vacanza, ho visto tutte grandi città. Spero che anche la prossima meta sia fantastica. Non sono preoccupato per le cose di questa mattina, non riguardano la Roma”.

Per lo stadio?

“Non vedo perché questa cosa debba riguardarci sullo stadio.”

È preoccupato?

“No, com’è stato detto ufficialmente, la Roma non c’entra nulla. Tutto ciò non avrà alcuna influenza sullo Stadio.”

I tifosi sono preoccupati che lei possa vendere…

“Non l’ho mai detto. Solo in caso di ritardi, non vedo perché debbano esserci ritardi visto che la Roma non ha fatto niente di male. Dovremmo aver approvato lo stadio.”

La gente è preoccupata per il progetto…

“Allora dovrete venirmi a trovare a Boston. Non vedo perché dovremmo vedere il progetto bloccarsi.”

È fiducioso sul l’iter del progetto?

“Non so tutto quello che sta succedendo, l’ho letto dalla stampa, ma la Roma è estranea. Dal mio punto di vista la Roma non c’entra, costruiremo lo stadio. Tutti vogliono lo stadio, costruiamolo. Tutto doveva essere trasparente, la Raggi ha detto che sarebbe andato tutto ok e così è stato. Non dovremmo avere problemi. Vedremo più avanti, è stata una bella vacanza a parte le ultime 2 ore.”

Ha sentito Raggi o Parnasi?

“Non credo abbia il cellulare in galera, non ho parlato con nessuno.”