Francesca Costa, mamma di Nicolò Zaniolo, parla del il figlio e delle emozioni provate al suo trasferimento alla Roma. Queste le sue parole a Fuorigioco:

“Il momento più difficile è stato quando la Fiorentina ha chiamato mio marito per avvertirlo che Nicolò era stato tagliato dalla Primavera. Io scoppiai a piangere perché sapevo come avrebbe reagito mio figlio. Piangeva. Lo abbiamo visto star male. Poi Igor è stato lungimirante e lo ha portato via da Firenze. Perché la Viola avrebbe voluto girarlo a qualche società satellite. Ed è arrivata l’Entella. Quello è stato un bel periodo”.

Sulla Roma: “Da bambino tifava Juventus ma non è mai stato un tifoso sfegatato. Il suo idolo era Kakà. Quello di ora? Mi ha detto che il suo campione preferito è Modric. Roma? La tifo da quando ho 20 anni per le canzoni di Venditti e per Totti. L’ho sempre ammirato in campo, ma anche per la beneficenza che fa senza dire nulla. L’ho visto la prima volta che siamo stati a Trigoria. E’ venuto da noi e io mi sono messa a piangere. Mi ha detto: “Ma che piangi per me?”. Io non riuscivo a parlare. Nicolò mi ha detto: “Ma che figure mi fai fare?” C’era anche mio marito Igor che si è messo a ridere”.

Fonte: fuorigioco