Nonostante un finale da brividi, la nuova Roma di Claudio Ranieri è riuscita a portare a casa i 3 punti: nel posticipo della 27 esima giornata, i giallorossi hanno battuto l’Empoli per 2 a 1 grazie alle reti di El Shaarawy e Schick. Al termine del match, l’attaccante ceco ha rilasciato alcune dichiarazioni.

Sei pronto a dialogare con Dzeko nel 4-4-2?
“Vediamo, c’è ancora una settimana. E’ un vantaggio che parliamo la stessa lingua”.

Questo gol te lo sentivi?
“Ero motivato, sono un attaccante e quindi volevo fare gol. Sono felice di averlo fatto ma soprattutto sono felice della vittoria”.

Devi migliorare nel carattere?
“Il mister mi ha detto che devo far vedere la cattiveria e la mentalità di lavorare per la squadra. In questa partita tutti siamo andati in campo con questa mentalità di aiutare i compagni quando sbagliano. Non è stata una partita bellissima ma sono 3 punti importanti”.

Poche volte hai fatto la seconda punta alla Roma. Puoi migliorare con 2 punte al fianco di Dzeko?
“Ogni attaccante fa meglio quando gioca con un altro e non è da solo tra i difensori. E penso che anche per Edin può essere meglio”.

Come stai fisicamente? Fatichi a finire una partita: è perché non giochi con continuità o perché non sei al massimo?
“E’ stata una partita molto difficile, molto fisica ed ero fuori da tre settimane e le ho sentite. Poi ho avuto i crampi dove mi ero fatto male e ho avuto paura di una ricaduta. Poi avevo preso una botta e alla fine ero quasi morto”.

Fonte: Sky Sport