Virginia Raggi, sindaca di Roma, ha parlato ai microfoni del quotidiano Avvenire del progetto Stadio della Roma. Le sue dichiarazioni:

Lo stadio si farà? O il fantasma della corruzione rischia ancora di comprometterne la realizzazione? 
Lo stadio si farà e sarà una opportunità per Roma. Ci sono 800 milioni di investimenti privati e c’è un patto che verrà rispettato: prima saranno realizzate le opere per la comunità, poi toccherà allo stadio. Il percorso è segnato, i tempi decisi, l’iter amministrativo va avanti senza rallentamenti. Ma voglio che tutto sia fatto a regola d’arte e ho avviato una analisi ulteriore affidata al Politecnico di Torino: non era dovuta, ma l’ho fatta per dare maggiori garanzie ai miei cittadini. La corruzione? Ha provato ad infiltrarsi ma è stata respinta. Altri attacchi arriveranno, ma oggi abbiamo sviluppato gli anticorpi e siamo pronti ad alzare il muro. Seguiremo alla lettera le procedure. Guarderemo con la lente ogni gara, ogni appalto, ogni ditta. Solo così potremmo azzerare i rischi. E alla fine ce la faremo.

Fonte: Avvenire