Giancarlo Fisichella, ex pilota di formula 1 e attualmente pilota Endurance ma soprattutto  grandissimo tifoso della Roma è intervenuto ai microfoni di Tele Radio Stereo. Ecco le sue parole:

“Il mercato della Roma? Gli ultimi acquisti sono mirati e possono migliorare la rosa della Roma dalle prossime partite e per il resto della stagione”.

Sulla passata stagione: “E’ stata una stagione altalenante che è sfociata nel fallimentare visto il mancato obiettivo Champions League”.

Sull’origine della sua passione per la Roma: “Inizialmente sono stato influenzato da mio fratello maggiore che era della Roma e mi ha attaccato la passione. I miei miti erano Falcao e Bruno Conti. Ora i punti di riferimento, visto l’addio di Totti e De Rossi, sono sia  il filo diretto della romanità quindi Florenzi e oltre a lui Dzeko”.

Sulla differenza tra calcio e gli altri sport: “Diciamo che io pratico diversi sport oltre al calcio che resta uno dei miei preferiti. Devo dire però che ogni volta che smetto di giocare a calcio sono fortunato se non ho dolori o infortuni muscolari. I movimenti repentini sono la causa maggiore di infortuni muscolari frequenti”.

Sulle ambizioni della Roma: “Queste le scopriremo nelle prossime partite valutando l’impatto dei nuovi acquisti e degli ultimi arrivati. L’obiettivo della Roma resta l’accesso in Champions”.

Infine sul Fisichella tifoso: “Mi manca un trofeo. E’ tanto tempo che non vinciamo nulla e quindi è importante tornare a vincere, anche perché vedere i cugini farlo mi dà ancora più fastidio”.

Fonte: Tele Radio Stereo