L’infortunio di Edin Dzeko è stato più grave del previsto. Il bosniaco è stato operato dal professor Bruno Pesucci, chirurgo maxillo facciale che ha rilasciato un intervista in merito al Corriere dello Sport. Ecco un estratto delle sue parole:

Professor Pesucci, che tipo di frattura ha avuto Edin Dzeko?
“Si è trattato di una brutta frattura. Inizialmente sembrava rotto soltanto l’arco zigomatico, ma poi abbiamo riscontrato anche una frattura al margine inferiore dell’orbita dell’occhio destro. E’ stato necessario fare un intervento di osteosintesi, con l’utilizzo di una placca fissata da viti per stabilizzare l’orbita. Solo così si poteva contenere la frattura dell’arco zigomatico”.

Adesso quali saranno i tempi di recupero?
“In altri casi mi sono trovato ad intervenire su fratture isolate. Questa di Edin è più complicata, perché è doppia e quindi la stabilizzazione sarà più lunga”.

Che tipo di maschera protettiva dovrà utilizzare?
“In carbonio, è leggera, protegge la zona, ma per un trauma così importante la maschera potrebbe non essere sufficiente. Per consolidare un osso ci vogliono tre o quattro settimane, il recupero definitivo avviene dopo venti giorni. Meglio andarci cauti, in questi casi non bisogna avere fretta”.

Fonte: Corriere dello Sport