Amadou Diawara, centrocampista della Roma, è stato intervistato durante il post-partita di Istanbul Basaksehir-Roma 0-3. Queste le sue parole:

Diawara su Roma TV:

Un match difficile, siete stati più bravi di testa o di gambe?
“Non abbiamo sbagliato l’atteggiamento, il mister ci ha detto di aggredirli subito e così abbiamo fatto”.

Sei tornato dopo l’infortunio. Fondamentale giocare per trovare energie?
“Per me è molto importante mettere minuti nelle gambe. Sono molto felice di come sono andate le cose, spero che continuiamo su questa strada”.

Avete preparato la partita così?
“La partita non era semplice perché era una squadra forte e giocavamo fuori casa. Dovevamo studiare l’avversario e fargli male prima possibile”.

Secondo te, da 0 a 100, a quanto stai fisicamente?
“Sto tornando alla grande perché due partite di fila aiutano a mettere più energia nelle gambe. Sto abbastanza bene, spero che continuiamo così”.

Diawara in Zona Mista:

Vi manca un solo punto per qualificarvi. Pensavi di poter essere così vicino alla qualificazione solo alla sesta partita o pensavi di poterti qualificare prima?
“Sicuramente non era semplice il nostro gruppo, c’erano squadre forti come nelle altre partite abbiamo visto, sono riuscite a metterci in difficoltà. L’importante per noi adesso è qualificarci, come non ci deve interessare. Dobbiamo vincere a tutti i costi l’ultima partita per passare”.

Fonseca vi ha fatto i complimenti nello spogliatoio?
“A fine partita ci ha fatto i complimenti a tutti”.

Che sensazione avete avuto dopo che Pellegrini era stato colpito da una monetina?
“Sicuramente non è una bella cosa da vedere nel calcio. Può succedere ogni tanto perché erano sotto 3-0. Lorenzo sta bene e speriamo che non capiti sempre”.

Che idea ti sei fatto di quello che sta succedendo a Napoli?
“Sento come sentite anche voi. Non ho sentito nessuno, siamo concentrati e abbiamo tante partite da fare”.

Fonte: Roma TV