Carles Perez in conferenza stampa di presentazione oggi pomeriggio a Trigoria. Queste le sue parole:

Per Perez: ha notato differenze tattiche con la Liga? Fonseca le ha parlato di marcature preventive degli avversari?
“Mi aveva avvisato anche per telefono, quando gli avevo parlato, di questa difficoltà superiore del campionato italiano. L’ho visto nella prima partita. Nella seconda mi sono trovato più a mio agio”.

Per Perez: la Roma è un punto di arrivo per te o c’è il pensiero di tornare al Barcellona in futuro più forte?
“Evidentemente se sono venuto qui, significa che voglio crescere qui ed essere un giocatore importante. Il Barcellona è il passato, la Roma il mio presente. Ho un contratto di 4 anni e mezzo e farò di tutto per crescere qui”.

Per Perez: cosa l’ha convinto ad accettare la Roma?
“Ho sempre visto la Roma come un grande club. Nella mia scelta è stata decisiva la chiacchierata con il mister e la fiducia che mi ha mostrato e cosa avrei potuto fare in questa squadra. Sono felice di essere qui, ho lasciato un grande club e sono approdato in una squadra altrettanto grande. Sono soddisfatto”.

Per Perez: il passaggio dalla Spagna all’Italia è stato forte, eravate pronti a questo? “Vengo da un grande club e arrivo in un altro, non è un passo indietro, anzi. Esco dalla mia comfort zone, devo dimostrare ciò che valgo. Cambio paese e cultura, è una sfida per me. Bisogna lavorare e sudare per guadagnare il posto da titolare”.