Il mister Paulo Fonseca, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della delicata sfida di Bergamo contro l’Atalanta scontro diretto per il 4to. posto in classifica. Queste le sue parole:

Che partita si aspetta?
“Sarà una partita difficile, l’Atalanta è una squadra molto aggressiva, che sa attaccare in una forma molto particolare. Sono sicuro che sarà una delle partite più difficili”.

Ha pensato a qualche cambiamento a livello tattico?
“Vediamo domani, abbiamo cambiato sistema qualche volta, l’importante è non cambiare quelli che sono i principi della squadra. So che dopo due sconfitte è tutto posto in dubbio. Quando crediamo nel nostro lavoro, come quando abbiamo giocato bene, significa che non tutto è da buttare. Dobbiamo cambiare e tornare a fare bene”.

Potrebbe optare per un ritorno di Mancini a centrocampo?
“Vediamo domani, è una possibilità, forte. Con lui al centro abbiamo fatto buone partite”.

Ritiene pronto Carles Perez per partire come titolare?
“Devo essere onesto, Carles è entrato molto bene con il Bologna, sta capendo come funziona il calcio italiano. Penso che la gara con l’Atalanta sarà molto particolare, forse non è un buon momento per farlo partire titolare”.

Petrachi ha detto che la squadra ha perso umiltà dopo il derby. E’ della stessa opinione?
“So che ci saranno molte domande su quella conferenza, ma io sono totalmente concentrato sulla partita di domani, non voglio commentare la conferenza stampa del mio direttore sportivo. Voglio solo dire una cosa: non c’è nessuna divisione, siamo tutti uniti e concentrati per fare una buona gara domani”.

E’ possibile vedere Bruno Peres più avanti?
“Difficile in questo momento che Bruno Peres giochi più alto. Non credo possa servire, Bruno Peres ci serve come terzino”.

Under e Kluivert come stanno? Cosa pensa della possibilità di utilizzare la chiamata al Var per le squadre?
“Sono sempre a favore di ciò che può essere meglio per il calcio, ma devo dire che ho dei dubbi su questa cosa. Meglio chiarire i dubbi prima di parlarne. Under e Kluivert hanno fatto buone partite, l’olandese dopo l’infortunio ha faticato di più. Under ha fatto due buone partite dopo l’infortunio di Zaniolo, ma se sono arrivate due sconfitte la colpa è di tutti. In questo momento abbiamo bisogno di esperienza, per i giovani è più difficile. Vediamo se domani giocheranno”.

Se dovesse giocare Mancini a centrocampo, è più pronto Fazio o Cetin? Domani giocherà Bruno Peres?
“Queste domande sono per capire se giocheranno 3 giocatori. Vediamo domani. E’ possibile che possano giocare sia Fazio che Mancini che Peres. Ho un dubbio solamente, vedremo domani”.

E’ lei che non è riuscito a trasmettere coraggio alla squadra o sono i giocatori che non sono coraggiosi per lei e per il suo gioco?
“Per giocare nella mia squadra bisogna avere coraggio, penso che questi giocatori sono quasi sempre stati coraggiosi. Con la Juve non è stato facile, dopo 8 minuti abbiamo preso due gol e la squadra ha reagito bene. Penso che l’ultima gara è il risultato della gara contro il Sassuolo: la squadra ha accusato il colpo. Io che ho giocato posso capire questo”.

In Serie A è importante pensare velocemente. E’ una valutazione che farà domani?
“E’ vero, è fondamentale. Non avremo tanto tempo per pensare domani, visto il pressing che fa l’Atalanta. Non possiamo stare a ragionare troppo, e per questi momenti abbiamo lavorato tanto”.

Come sta Diawara? Mkhitaryan dove rende meglio? Come pensa di utilizzarlo domani?
“Dopo questa domanda saprete tutti chi gioca domani (ride n.d.r.). Mkhitaryan è un giocatore veramente importante, ha molta esperienza è sa prendere in fretta ogni decisione. Può giocare come ala o come trequartista, e se giochiamo in un sistema diverso può giocare dietro la punta. Penso che possa giocare anche come portiere, perchè un giocatore tra i più intelligenti che ho mai visto, ma credo che come trequartista o ala è la posizione migliore. Diawara sta migliorando giorno per giorno. La prossima settimana può essere decisiva, perché sta lavorando bene. Tutti giorni parlo con lui e con il medico, la situazione evolve positivamente. I segnali sono buoni”.

Fonte: Twitter AS Roma