Marcos Cafù, ex giocatore della Roma e della nazionale brasiliana, è a Berlino per partecipare come Ambassador ai Laureus Awards. A margine dell’evento ha parlato del momento della Roma ai microfoni di AdnKronos:

Sul momento della Roma?
Roma in un momento difficile dopo il ko con l’Atalanta? Noi facciamo sempre il tifo per la Roma affinché giochi bene. Purtroppo gli ultimi risultati non sono quelli che ci aspettavamo, però sarà sempre la grande Roma, ma i risultati devono arrivare altrimenti diventa difficile. Speriamo che le prossime partite la Roma le possa giocare da tale e tornare ad essere la squadra che piace a tutti noi“.

Su Fonseca?
Le difficoltà sono normali, ce le aspettavamo tutti, non è facile arrivare in una piazza come Roma e fare subito il massimo, bisogna adattarsi e capire come funziona la città e la società e speriamo possa fare molto bene con la Roma“.

Sulle voci societarie?
Le voci societarie possono avere influito sulla squadra? Io non credo, la squadra è una cosa e la società un’altra. Abbiamo dei grandissimi giocatori e loro devono giocare indipendentemente da quello che succede in società“.

Su Totti?
Totti procuratore? Totti… porta dei bravi ragazzi… Totti è un grande e parlare di lui è sempre molto piacevole. Io spero che lui possa avere successo nel suo nuovo ruolo di procuratore, ma non è facile essere procuratore anche se ti chiami Totti, mi raccomando. Arriveranno da lui tanti ragazzi, ma in bocca al lupo“.

Fonte: AdnKronos