Il mondo del calcio vive nella più totale incertezza. Nessuno, al momento, vista l’emergenza coronavirus, può sapere quando sarà possibile tornare in campo. Ma c’è di più. Secondo quanto riferito dal portale brasiliano Veja, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha avuto una conference call con l’UEFA e i suoi club principali per discutere sul calendario. Per l’OMS, lo scenario ideale sarebbe la sospensione delle competizioni europee fino alla fine del 2021. La conference call, che sarebbe dovuta durare solo un’ora, si è invece prolungata per due ore e mezza, in cui i toni si sono alzati. La perdita stimata per il calcio continentale sarebbe di 4,1 miliardi, qualora le partite di questa stagione non fossero giocate; il collasso, scrive il giornale online, diventerebbe inevitabile in caso di altre partite e competizioni cancellate. Una chiusura così drastica, inoltre, causerebbe la cancellazione di diversi contratti di sponsorizzazione. Non è stata comunque presa alcuna decisione e le parti si aggiorneranno per proseguire la discussione.

Fonte: veja.abril.com.br