Il giovane giallorosso Riccardo Calafiori protagonista nella vittoria di questa sera contro il Young Boys, con un gol da incorniciare, ha parlato nel post partita. Queste le sue parole:

Calafiori su Sky Sport:

Il primo gol non si scorda mai?
“Assolutamente, lo sognavo da tanto. Più bello di così era difficile. Se c’era il pubblico era meglio”.

Ci racconti questi due anni non facili?
“E’ stato il periodo più difficile ma ora anche il più bello della mia vita. Ho fatto cose che mi sembravano impossibili. Tan to lavoro e tanto impegno, alla fine sono nato per giocare a calcio. Ho coronato il mio sogno. Ho finito quel percorso e ora ne ho iniziato un altro, spero di continuare così il più possibile”.

Calafiori su Roma Tv:

Tolto l’anno scorso a Torino, ma finalmente è arrivato questo splendido primo gol con la Roma?
“Quello di Torino era altrettanto bello, ma meno veritiero perché il sinistro è il mio piede. Contentissimo, spero di continuare così”.

Quali sono le tue prime sensazioni? Il gesto spontaneo è stato baciare la maglia?
“E’ una cosa che mi viene da quando sono piccolo per l’attaccamento che ho. Difficile spiegare le emozioni che ho provato, una cosa indescrivibile”.

Una dedica?
“Ce ne sono tante da fare. Sicuramente alla mia famiglia, al mio amico Daniele De Rossi e alla mia ragazza”.

Fonte: Roma TV – Sky Sport