Il Mister Paulo Fonseca in conferenza stampa ha parlato alla vigilia della gara contro l’Inter di Antonio Conte. Queste le sue parole:

Sfida tra due grandi che giocano un calcio molto differente. Come ha preparato la partita?
“E’ vero che l’Inter ha grandi giocatori. Grandi individualità. Ma io non posso guardare solo questo. Sono una grande squadra che è un’identità molto forte. E’ facile capire come giocano ma è difficile preparare contromosse. Sono un collettivo molto forte che ha individualità forti. Abbiamo preparato la gara pensando al loro collettivo e alle situazioni individuali”.

Ci sono duelli che possono pesare? Come sta Spinazzola?
“Sta bene, ha recuperato e in questi giorni si è allenato bene. Giocherà domani”.

A Crotone gran partita di Cristante e Villar. Domani chi gioca dei due?
“E’ una domanda per sapere chi giocherà (ride). Quello che posso dire è che giocheranno due tra Veretout, Villar e Bryan”.

Se la Roma vincesse entrerebbe a pieno titolo nella lotta scudetto?
“Dico quello che ho detto sempre. Per noi è importante vincere domani. Poi si pensa al resto”.

Domani ringrazierà Conte per aver detto di no alla Roma?
“Domani avremo sicuramente l’opportunità di parlare ma non credo parleremo di questo (ride)”.

Quali dettagli servono per battere l’Inter e smentire la statistica che dice che la Roma va male con le grandi?
“E’ vero, queste partite si vincono grazie ai dettagli. E’ facile capire che con una squadra della loro qualità non si può sbagliare. Dobbiamo essere molto rigorosi difensivamente e aver la fiducia di cercare gli spazi che vogliamo. Abbiamo lavorato sui dettagli per non sbagliare”.

Chi sceglierà tra Mirante e Pau Lopez?
“Mirante non sta bene. Si è allenato ma ha sentito ancora un fastidio. Quindi giocherà sicuramente Pau”.

Come sta Diawara? Come mai non rientra nelle rotazioni?
“Sta bene, si allena bene e sta molto meglio fisicamente. Deve aspettare per la sua opportunità. Ce l’avrà sicuramente e si sta allenando molto bene. E’ un gran professionista e si allena bene anche se non gioca”.

In questi giorni ha lavorato sulla testa dei giocatori?
“Abbiamo lavorato come sempre su questo tipo di partite. Tutti i giocatori sono molto motivati e stiamo bene in questo momento. La squadra ha fiducia e ambizione per giocare bene contro una grande squadra”.

Quanto è importante non concedere profondità contro l’Inter?
“E’ vero, usano la profondità ma in Italia tante squadre la usano. E domani sarà importante controllare la profondità dell’Inter”.

Lei ha sempre cambiato molto quando si giocava ogni 3 giorni. Sta raccogliendo i frutti del turnover? La Roma è nel momento migliore per affrontare l’Inter?
“E’ un buon momento, la squadra sta vincendo e ha fiducia. E’ stato importante ruotare e ora dobbiamo gestire bene per le tante partite che affronteremo nei prossimi 3 mesi. La squadra sta bene ed è pronta per affrontare le prossime partite, è importante che stia bene fisicamente”.

Quanto mancheranno i tifosi?
“Molto. E’ una partita che crea un’atmosfera diversa e avere i tifosi sarebbe stato importante. Dico di più: sarebbe stato importante avere i tifosi allo stadio ma noi sentiamo sempre l’appoggio dei nostri tifosi. Sarebbe comunque stato importante averli”.

Mirante non sarà convocato? Chi diventa il secondo?
“Fuzato, sarà con noi domani”.

Fonte: Twitter AS Roma