Il mister Paulo Fonseca è intervenuto nella consueta conferenza stampa , alla vigilia della gara contro l’Atalanta. Queste le sue parole:

La Superlega

“Sono orgoglioso della Roma. Io sono totalmente contro la Superlega. Sono un uomo e un allenatore molto orgoglioso di far parte del calcio: ha dimostrato in queste ore che la cosa più importante non sono i soldi, ma tifosi, giocatori e allenatori”.

L’organico insufficiente per i due fronti? Ha dei limiti evidenti e strutturali?

“Ottimo inizio fino a marzo, poi abbiamo perso giocatori importanti. Abbiamo l’Europa League e non abbiamo tutta la settimana per allenarci come le altre squadre. Vogliamo tornare ad essere forti e fare una bella partita”.

La Roma nel futuro deve ispirarsi all’ Atalanta come modello?

“No, sono due realtà diverse. Da ammirare ma sono diverse. Non possiamo fare paragoni”.

Lei ha detto che la Roma è migliorata rispetto alla scorsa stagione ma i risultati dicono il contrario. Oltre agli infortuni quali pensa siano i motivi?

“Non è tempo per fare i bilanci. I bilanci abbiamo si fanno a fine stagione, ancora da giocare il finale di campionato e la semifinale di Europa League“.

Preoccupato per la nascita di una nuova competizione elitaria?

“Non sono preoccupato della nascita in futuro di una competizione elitaria. Ci sono però delle cose che possono migliorare, anche se in questo momento di difficoltà il calcio ha dimostrato che può sopravvivere, garantito ai tifosi spettacolo”.

Timore che la Roma sia in crisi di identità. Che Roma dobbiamo aspettarci nelle prossime partite?

“Nelle prossime partite dobbiamo aspettarci una  Roma motivata. Il campionato non è chiuso, dobbiamo pensare solo alla gara di Atalanta. Non abbiamo fatto una buona partita con il Torino, non abbiamo giocato come avremmo dovuto, ma non abbiamo perso l’identità”.

Ha perso Pedro e non ha recuperato nessuno degli infortunati. E’ preoccupato per il Manchester?

“Non sto pensando alla partita di Manchester, ma solo a quella di domani con l’Atalanta e poi a quella di Cagliari successivamente. Sono ottimista per gli infortunati perché presto torneranno tutti a disposizione”.

Valutazioni del  campionato della Roma fino a questo momento?

“È chiaro a tutti che non stiamo facendo quello che volevamo, ma i bilanci si fanno a fine stagione. Tuttavia dico che avremmo potuto fare di più in questo momento”.

Atmosfera dimessa, come sta preparando la sfida contro l’Atalanta?

“Con ambizione. Dobbiamo fare una bella partita contro una squadra forte. Il campionato non è finito. Dobbiamo giocare per vincere”.

Mkhitaryan e Veretout

“Stanno bene, hanno iniziato a giocare anche se non al meglio. Piano piano stanno migliorando”.

Fonte: Twitter AS Roma