“Per noi è importante e anche bello che un ragazzo come Zalewski arrivato a Roma a 9-10 anni possa arrivare su questi palcoscenici. La squadra è sempre stata organizzata, abbiamo pressato e giocato come volevamo fino a quando non sono calate le energie, poi ci siamo un po’ abbassati. Penso che tutti avrebbero firmato per giocarcela alla pari all’Olimpico. Il Leicester non può qualificarsi per l’Europa via campionato, noi sì. Domenica abbiamo una gara importante, ci serve il sostegno dei nostri tifosi”.

“Ora mi devo concentrare sul Bologna, non posso aspettare di capire se potremo andare in finale di Conference per l’Europa League. Andremo in campo con molta testa, sarà la partita numero 14 in questa competizione e loro sono forti, ma la gara importante ora è quella col Bologna”.

“Di solito sono una persona poco umile, e in effetti oggi sono d’accordo. Abbiamo pressato con coraggio. lo 0-1 sarebbe stato ovviamente meglio, ma ci teniamo il pareggio e proviamo a volare a Tirana”.