José Mourinho fa lezione all’Università di Lisbona. L’allenatore della Roma è stato ospite ieri della Facultade de Motricita Humana dell’ateneo lusitano. Oltre all’intervento, Mourinho ha parlato anche del suo futuro:

Mi sento giovane e dovranno sopportarmi ancora per qualche anno – le sue parole – Mi sento all’inizio della mia carriera, è semplice. Se sono cambiato, sono cambiato in meglio – dice a proposito del suo futuro. Ho imparato dagli errori, sono cambiata con le mie esperienze e mi sono adattata a nuove situazioni. A volte, ad alcuni di noi piace vendere un’immagine diversa di chi siamo, ma non ho mai nascosto cosa sono e cosa penso”

Ha menzionato ancora la finale di Conference League: “Quando l’allenatore pensa che sia il suo momento, che cercherà di dimostrare quanto sia fenomenale, perderà”. Poi l’esultanza a Tirana, con mano aperta, un’allusione ai cinque titoli europei. “Una risposta alle critiche? No, non me ne sono mai preoccupato molto. C’è solo un motivo per cui ho festeggiato così: non sono più quello che ero, un giovane allenatore preoccupato della sua carriera e messo alla prova giorno dopo giorno. Sono diventato una persona meno egocentrica, che vive molto più per gli altri che per me stesso”

Fonte:LaRoma24.it